Interessi passivi su mutuo: coniuge incapiente

Ho stipulato nel 2009 con mio marito un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. Nel corso del 2013 ho perso il posto di lavoro ma ho comunque redditi da dichiarare e non sono fiscalmente a carico di mio marito. Considerando che non risulto capiente per la detrazione degli interessi passivi, può mio marito accollarsi una quota di interessi?

 

La risposta è negativa. L’unica situazione in cui tale operazione risulta ammessa e quando vi è un formale “accollo” del mutuo, oppure nel caso del c.d. “accollo interno” in seguito a sentenza di separazione.
Nel caso di specie si tratterebbe di un accollo “informale”, che non abilita ad acquisire la detrazione degli interessi.
Tuttavia, se nel 2014 dovesse risultare a carico di suo marito, egli potrà portare in detrazione anche la sua quota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× Hai bisogno di aiuto?